fbpx

Carissime Amiche e Carissimi Amici amanti del movimento, dei viaggi e delle camminate, attenzione: nel presente articolo potreste trovare dell’accattivante pane per i vostri denti!

risparmiare e guadagnare camminando: alpaca bianco sognatore del rifugio scotoni
Ah sì?

Oggi non vi narrerò di località particolari, trekking, posticini eno-gastronomici o idee di viaggio, bensì di una piccola ma interessante scoperta che ho fatto di recente, e che mi sta piacendo assai.

Una piccola ma interessante scoperta che sembra proprio fatta apposta per chi ama andare a zonzo, scoprire posti nuovi e, udite udite, anche guadagnare qualcosina.

risparmiare e guadagnare camminando: gatto bianco e nero giocherellone
Lo so che un po’ vi ho incuriosito! Quindi non perdiamoci in arzigogolati preamboli e andiamo subito al nocciolo della questione

WEWARD: L’APP CHE TI FA RISPARMIARE E GUADAGNARE CAMMINANDO

Ebbene, la scoperta che voglio condividere qui con voi è nientepopodimeno che WeWard, un’applicazione mobile gratuita che motiva gli utenti a camminare e, sulla base dei chilometri macinati, conferisce delle ricompense.

risparmiare e guadagnare camminando: la mascotte di weward
Questo simpatico panda è la mascotte di WeWard

Lanciata nel 2019, WeWard praticamente trasforma le camminate, le passeggiate e i quotidiani spostamenti che realizziamo con il solo ausilio delle nostre gambe in un piacere giornaliero, rivalutando questa tipologia di “mezzo di trasporto” e spostando il riflettore sui suoi infiniti benefici.

La prima caratteristica di WeWard che ha destato il mio interesse è la filosofia su cui si fonda: promuovere il movimento e il dinamismo, con un approccio eco-responsabile che intende perseguire tre obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’ONU nell’Agenda 2030:

  • salute
  • ecologia
  • dinamicità locale.

Ma come, e in che senso?

Incoraggiando i suoi utenti a camminare ogni giorno, l’app imbastisce una vera e propria lotta contro la sedentarietà (uno dei problemi più grandi della nostra società), promuove il benessere, la mobilità dolce e la riscoperta di luoghi e destinazioni molto spesso anche dietro la nostra porta di casa.

Tutto ciò si concretizza anche come nobile intento volto a contrastare l’inquinamento (altro grave cancro del globo terracqueo): camminare è infatti il mezzo di trasporto meno inquinante in assoluto, che può contribuire a preservare le preziose risorse del nostro pianeta.

Cosa che, nel mio piccolo, cerco di fare anche io con il mio lavoro di guida ambientale escursionistica

Ok, si tratta di obiettivi e ragionamenti che hanno dell’utopico, e che non possono certo modificare pensieri, abitudini e problematiche in quattro e quattr’otto; tuttavia, la preoccupante realtà in cui viviamo ci impone di fare il possibile anche noi, in ogni nostro infinitesimo gesto.

E se, in certi casi, abbiamo la possibilità di lasciare l’auto in garage, fare una passeggiata e per giunta guadagnarci dei soldini, tanto vale provare, no?

COME FUNZIONA WEWARD

Veniamo ora al dunque e cerchiamo di capire, nel concreto, il funzionamento di WeWard.

Una volta scaricata sullo smartphone, l’app si collega al contapassi del vostro telefono e tiene traccia del numero di passi da voi effettuati nell’arco della giornata. L’unica azione da voi richiesta è quella di convalidare i passi a fine giornata (ma anche in ogni altro momento).

Ogni 1.500 passi effettuati, vi aggiudicherete delle ricompense (ward): vi verranno assegnati dei punti che, sommandosi progressivamente, vi consentiranno di usufruire di regali quali buoni acquisto, prodotti, donazioni ad associazioni e anche veri e propri euro.

La soglia minima per ricevere il primo bonifico (questa è la modalità in cui potrete ricevere il denaro) corrisponde a 3.000 punti e vi consentirà di ricevere 15 euro sul vostro conto corrente. Se arriverete a 6.000 ward potrete ricevere un pagamento di 30 euro, e a 12.000 uno da 60 euro.

Ora, non pensate minimamente di diventare ricchi scaricando WeWard e camminando a più non posso; accumulare tante ward non né immediato né veloce, e non tutti i giorni si ha la possibilità di camminare tanto.

valentina con la croce di punta penia, sulla marmolada
Se avessi avuto questa app il giorno della conquista della Marmolada, ora sarei ricchissima

Per ricevere più punti, oltre al semplice atto di camminare, ci sono anche altri modi, ovvero:

  • visitare e taggarsi (nella sezione specifica dell’app) presso alcuni luoghi;
  • vincere le sfide proposte;
  • rispondere a sondaggi;
  • acquistare determinati prodotti dai brand e partner suggeriti.

COME SCARICARE WEWARD (E UN REGALINO PER VOI)

Scaricare e installare l’app WeWard è facilissimo: vi basterà andare su questa pagina, inquadrare il codice QR e seguire le istruzioni. In alternativa la potete trovare ovviamente anche su App Store e Play Store.

Io la utilizzo già da un po’ di tempo, e non ha nessun particolare impatto sulla batteria.

Se siete quasi convinti ma vi serve una piccola spinta motivazionale, sappiate che c’è un regalino da parte mia che vi aspetta: vi faccio immediato dono di ben 150 punti! Per riceverli, dovrete utilizzare il mio codice, che riporto qui sotto:

VALE-TazXE

(scritto proprio così come lo vedete, attenzione a maiuscole e minuscole).

Ecco i passaggi da seguire:

  • scaricate l’app WeWard sul vostro dispositivo;
  • aprite l’app;
  • cliccate sul vostro avatar in alto a destra (che potrete personalizzare a piacimento);
  • cliccate sulla rotellina simbolo delle impostazioni (che comparirà sempre in alto a destra);
  • cliccate sulla sezione Inserisci un codice di riferimento;
  • copiate e incollate lì il codice (VALE-TazXE), ricordandovi solo di farlo entro 48 ore dalla creazione dell’account (dopo questo lasso di tempo, infatti, non sarà più possibile beneficiare del codice e del regalo).

Consideratelo un caffè di benvenuto in questa piccola ma splendida community di camminatori e camminatrici!

LA MIA OPINIONE SU WEWARD

Sappiate che questo articolo non è una collaborazione.

È una semplice condivisione che mi va di fare con voi su di un servizio che utilizzo e, ad ora, mi piace. Come ho scritto prima, non pensate di farci i soldi: WeWard va presa come uno stimolo a uscire e camminare, ma senza nessun obbligo o vincolo.

Io adoro camminare e sono abituata a macinare chilometri senza fatica (d’altronde sono una guida ambientale escursionistica, sarebbe strano il contrario), ma questa applicazione è comunque riuscita, in qualche occasione in cui la pigrizia stava prendendo il sopravvento, a farmi utilizzare le gambe anziché la Fiat 500.

L’importante è prenderla con filosofia e leggerezza: l’app non costa nulla, non consuma batteria, non fa perdere tempo. Non occorre accanirsi, ma se ci ricorda quanto è bello, utile e salutare camminare e ci fornisce la possibilità di mettere nel salvadanaio anche solo due soldini, perché non darle una possibilità?


Valentina, l’autrice di Kilig Travel Blog

Scrivo, fotografo, mangio e racconto storie sul mondo e sulle cose belle. Amo l’autunno, i libri, i piccoli borghi, i tramonti sul mare, la mia gatta Trippy, i tortellini in brodo (sono bolognese, come potrebbe essere altrimenti?), la montagna, il caffè.


0 commenti

Scrivi un commento