fbpx
Museo Archeologico di Forlimpopoli: resti archeologici
Che ne dite, partiamo?
Museo Archeologico di Forlimpopoli: ingresso alla corte della Rocca Ordelaffi
Eccoci qui
visita guidata nelle sale del MAF a Forlimpopoli
Sapevate che in quell’epoca la pianura padana era una zona di mare aperto e profondo? La linea di costa era costituita da quelli che oggi sono gli Appennini
Museo Archeologico di Forlimpopoli: reperti risalenti al paleolitico
I vari reperti presenti venivano utilizzati per usi e scopi differenti (dalla macellazione alla lavorazione di pelli e legno), e sono molto simili a quelli ritrovati nel famoso giacimento di Monte Poggiolo (Forlì) che, risalendo ad oltre 800.000 anni fa, hanno consentito di retrodatare la presenza dell’Homo Erectus sul nostro stivale
visita al museo civico archeologico Tobia Aldini di Forlimpopoli
È davvero affascinante trovarsi al cospetto di questi antichissimi ritrovamenti
Museo Archeologico di Forlimpopoli: l'antica città romana di Forum Popili
Dedicata, probabilmente, al console Publio Popilio Lenate, questo municipium si trovava proprio sulla Via Emilia, in una zona pianeggiante nei pressi del torrente Ausa (che fino a metà Ottocento attraversava il centro di Forlimpopoli)
anfore e curiosità al MAF di forlimpopoli
Esse presentavano un fondo piatto, e una forma adatta ad essere trasportate lungo le rotte terrestri e fluviali in aree non troppo distanti
piccole placche in piombo con incisioni
Queste piccole placche in piombo avevano una funzione davvero particolare: erano messaggi per l’aldilà! Si poteva incidere su di esse un messaggio, poi venivano arrotolate e poste nella bocca di una persona defunta (in particolare bambini o ragazzi), prima di procedere alla sepoltura
visitare il museo archeologico di forlimpopoli
Molto interessanti e suggestivi i resti dei pavimenti a mosaico (propri di domus private) e i tanti oggetti rinvenuti legati al gioco, alla scrittura, al cibo, alla vita quotidiana dell’epoca
mosaici con il simbolo della svastica al MAF di forlimpopoli
Sapevate che la svastica, simbolo antichissimo originario delle culture dell’Eurasia, possedeva significati legati al divino, alla libertà e al movimento?
Museo Archeologico di Forlimpopoli: bellissimi mosaici
Essa risale al XII secolo, e fu distrutta nel 1361 dall’esercito pontificio guidato dal cardinale Egidio d’Albornoz
torrione della rocca ordelaffi a forlimpopoli
Sotto l’influenza degli Zampeschi, il cui simbolo sono due spade incrociate con una stella a sei raggi, la città visse un periodo di pace, prosperità e crescita culturale


0 commenti

Scrivi un commento