fbpx

Pioggia di foglie colorate, luce più dorata, fresco assai frizzante, profumo di tutti i più deliziosi frutti del bosco…

Mi dispiace per chi non è concorde con quanto sto per dire, ma l’autunno è davvero una stagione meravigliosa!

I modi migliori per godersi al meglio la sua magica atmosfera, a mio modesto parere, sono:

  • passeggiate nei boschi, per osservare il foliage, i fiori autunnali e per cercare castagne;
  • piccole fughe alla scoperta di città particolarmente belle in questa stagione;
  • capatine in centri termali (soprattutto se le giornate sono piovose e fredde);
  • tour eno-gastronomici e mangiate in più posticini possibili.

E con quest’ultima affermazione, raggiungiamo proprio il nocciolo del presente articolo.

SAGRE D’AUTUNNO IN EMILIA-ROMAGNA: GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

Ma quanto è bello andar per sagre nella stagione autunnale?

Non so voi, ma io approfitto di ogni momento libero per spaziare nella mia regione alla ricerca di feste, iniziative, eventi celebranti l’autunno e i suoi meravigliosi doni.

sagre d'autunno in emilia-romagna: colori e atmosfere d'autunno

In Emilia-Romagna c’è davvero l’imbarazzo della scelta in fatto di sagre! Dalle alture appenniniche all’Adriatico, passando per i centri delle città d’arte fino alle più remote frazioni di remoti comuni dal sapore di passato… Soprattutto nel mese di ottobre, in ogni dove si coglie l’occasione per festeggiare a suon di cibo, vino, musica, tradizioni.

In questo articolo ho raccolto alcune delle sagre d’autunno in Emilia-Romagna più (ma anche meno) famose, in cui gli e le amanti dell’autunno troveranno molto pane per i loro denti.

Che dite, apro la busta?

Ma sì, dai!

SANT’AGATA FELTRIA (RN): FIERA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO PREGIATO

  • Quando: tutte le domeniche di ottobre (3 – 10 – 17 – 24 – 31 ottobre 2021)
  • Dove: per le strade del borgo di Sant’Agata Feltria

Celato fra la lussureggiante e selvaggia natura del preappennino riminese, a 600 metri di quota, c’è il prezioso borgo di Sant’Agata Feltria. Un posticino antico e riservato, ma capace di colorarsi, illuminarsi, riempirsi di colori, calore, persone in un battibaleno!

sagre d'autunno in emilia-romagna: casetta colorata di sant'agata feltria
Adoro questa casa!

Ciò accade soprattutto in occasione di due noti eventi: la Fiera nazionale del Tartufo Bianco, e il Paese di Natale.

Per rimanere in linea con la tematica del presente articolo (ovvero le sagre d’autunno in Emilia-Romagna), ci concentreremo ora solo sulla prima sagra, che ogni anno richiama tantissimi visitatori da tutta la regione e non solo.

Dedicata al rinomatissimo tubero, assai diffuso in zona, la Fiera nazionale del Tartufo Bianco si svolge durante le domeniche ottobrine, offrendo un ricco programma di eventi, iniziative, spettacoli itineranti, gare e stand eno-gastronomici.

Oltre al tartufo bianco, che potrete gustare nelle ottime pietanze proposte, qui vi aspettano tante altre eccellenze e prodotti tipici locali, quali castagne, formaggi, salumi, liquori, vini, funghi.

Tip Speciale – Oltre a mangiare, bere e fare acquisti, non perdetevi una bella passeggiata alla scoperta del borgo e dei suoi luoghi di interesse: il Teatro Angelo Mariani, la Rocca Fregoso, il Convento di San Girolamo, le fontane d’arte.

sagre d'autunno in emilia-romagna: mostra delle barbie di nonna lucia a sant'agata feltria
Chissà se anche quest’anno sarà presente Nonna Lucia con le sue Barbie!

CASTEL DEL RIO (BO): SAGRA DEL MARRONE

  • Quando: tutte le domeniche dal 10 a fine mese (10 – 17 – 24 – 31 ottobre 2021)
  • Dove: nello storico borgo montano di Castel del Rio

Dalla Val Marecchia riminese passiamo ora all’altrettanto selvaggia Valle del Santerno, in provincia di Bologna.

Qui, fra rigogliosi boschi preappenninici, borghi dimenticati e secolari castagneti, impera nel mese di ottobre la famosissima (almeno per noi local) Sagra del Marrone. Il cuore di Castel del Rio si popola di stand gastronomici, mercatini di prodotti tipici, invitanti profumi di polenta, tartufo, frittelle, vin brulè, castagne

A regnare su tutto, sono proprie queste ultime (altrimenti non si chiamerebbe sagra del marrone, eheh), che si possono acquistare e degustare in loco sotto forma di bruciati.

sagre d'autunno in emilia-romagna: sagra del marrone a castel del rio
Vi sfido a non cedere al fascino di questo delizioso frutto del bosco quando vedrete quelle enormi padelle intente sul fuoco!

Tip Speciale – Non perdetevi una capatina sul Ponte degli Alidosi, il caratteristico ponte a schiena d’asino che attraversa il Santerno e che è stato dichiarato Monumento Nazionale Italiano.

ponte alidosi a castel del rio
Eccolo qui! Il Ponte degli Alidosi fu commissionato nel 1499 da Obizzo Alidosi all’architetto Andrea Guerrieri. Divenne simbolo della potenza della famiglia Alidosi dopo la perdita della signoria di Imola.

TARTUFESTA DELL’APPENNINO BOLOGNESE

Ogni vero e ogni vera bolognese, almeno una volta nella vita, ha partecipato alla mitica Tartufesta.

Si tratta di una colorita e nota manifestazione itinerante, che nei weekend di ottobre e novembre anima borghi, paesi, comuni dell’Appennino bolognese. Con cosa? Beh, con mercativi, eventi, iniziative eno-gastronomiche con menù da leccarsi i baffi, profumi e sapori autunnali autentici, e soprattutto lui, il pregiato Tartufo Bianco dei Colli Bolognesi.

Ecco che la Tartufesta può diventare una ghiottissima occasione per esplorare le magiche comunità appenniniche, scegliendo di weekend in weekend dove andare.

Vi lascio qui sotto una nutrita lista di Tartufeste, così potete scegliere a quali presenziare:

  • Tartufesta di Monzuno – 17 ottobre 2021
  • Tartufesta di Castiglione dei Pepoli – 17 ottobre 2021
  • Tartufesta di San Benedetto Val di Sambro – 23 e 24 ottobre 2021
  • Tartufesta di Sasso Marconi – 23, 24, 30, 31 ottobre e 1 novembre 2021
  • Tartufesta di Savigno (Valsamoggia) – 30 e 31 ottobre 2021, 1, 6, 7, 13, 14, 20, 21 novembre 2021
  • Tartufesta di Loiano – 31 ottobre 2021
  • Tartufesta di Monghidoro – 1 novembre 2021
  • Tartufesta di Grizzana Morandi – 7 novembre 2021
  • Tartufesta a Camugnano – 7 novembre 2021

MAROLA, CARPINETI (RE): FESTA DELLA CASTAGNA

  • Quando: le tre domeniche centrali di ottobre (10 – 17 – 24 ottobre 2021)
  • Dove: a Marola, frazione del comune di Carpineti (RE)

Forse, non tutti sanno che quella di Marola è stata non solo la prima tra le tante feste dedicate alla castagna nell’Appennino tosco-emiliano, ma anche una tra le prima in tutta Italia.

La sua Festa della Castagna risale all’ottobre del 1964, e il suo scopo principale è stato quello di far riscoprire e valorizzare al meglio questo pregiato prodotto del bosco, il quale, fino a pochi decenni prima, era stato il fulcro intorno a cui ruotava tutta l’alimentazione domestica e locale.

Ancora oggi questi rimangono i valori portanti dell’iniziativa, che nelle tre giornate designate sopra organizza splendide escursioni guidate tra i suggestivi castagneti, tour in bicicletta, padellate di caldarroste, fumanti bicchieri di vin brulè…

Insomma, un bellissimo (e gustoso) tuffo nella storia e nella cultura di questo territorio!

RAVENNA: GIOVINBACCO

  • Quando: da venerdì 29 a domenica 31 ottobre 2021
  • Dove: in Piazza del Popolo, Piazza Kennedy e Palazzo Rasponi

Osta, il Giovinbacco! Lì sì che c’è della baracca!

Disse il caro fidanzato romagnolo appena gli menzionai questa nota sagra ravennate. E come lui, sicuramente tutti gli altri romagnoli gravitanti intorno a Ravenna risponderanno così, per lo meno con l’Osta iniziale.

Che cosa fa drizzare loro le orecchie all’udir la parola Giovinbacco?

Ovviamente la frase di accompagnamento, ovvero Sangiovese in Festa. Infatti, questa sagra altro non è che la più grande manifestazione enologica dedicata al Sangiovese e agli altri vini romagnoli.

Tre giorni di baracca totale nel centro storico di Ravenna, per un tuffo nei sapori, nel vino e nella romagnolosità più pura!

Ve moh!

CAMPOTTO DI ARGENTA (FE): SAGRA DEI SAPORI D’AUTUNNO

  • Quando: nei primi tre week-end di ottobre (1,2,3 – 8,9,10 – 15,16,17)
  • Dove: al Parco Due Ponti a Campotto

Spostiamoci di pochissimo fuori dal confine romagnolo (c’è lo zampino del fidanzato ravennate anche qui, sappiatelo subito), ed entriamo in area ferrarese per questa piccola e non granché famosa sagra, ma che riserva davvero ottime sorprese gastronomiche.

Sotto ai tendaggi allestiti nel Parco Due Ponti di Campotto di Argenta, a due passi dall’unica stazione interna del Parco regionale del Delta del Po, si cela la magia.

Una magia che sa di tartufo, funghi, tortelloni e tagliatelle, anguilla, carni varie, dolci… Tutte le pietanze tipiche di questa zona fra acqua e terra, e che vi renderà dipendenti da questi specifici sapori d’autunno.

Tip Speciale – Prima di una cenetta alla sagra, o dopo un pranzo, fate una capatina alle Valli di Argenta e Campotto. Potrete cimentarvi in tante passeggiate ed escursioni, in una splendida oasi di pace e silenzio popolata da tantissimi pennuti!

CESENATICO (FC): IL PESCE FA FESTA

  • Quando: da venerdì 29 ottobre a martedì 2 novembre 2021
  • Dove: lungo il porto canale e nel centro storico di Cesenatico

Un’idea per mettere insieme Halloween e sagre autunnali in una cornice un po’ diversa ma estremamente pittoresca?

Nelle ridente Cesenatico, presso il caratteristico porto canale, le vie e le piazze del centro storico, c’è Il Pesce fa Festa, una colorita sagra d’autunno dedicata proprio al Re della cucina locale: il pesce del Mar Adriatico!

Vi ritroverete in un gigante ristorante a cielo aperto, in cui sarà difficile scegliere fra croccanti fritture, deliziose grigliate, pietanze di pesce fresco e chi più ne ha più ne metta.

Una bellissima iniziativa anche per promuovere la cultura e l’identità marinara tipicamente romangola.

COMACCHIO (FE): SAGRA DELL’ANGUILLA

  • Quando: i primi due fine settimana di ottobre (2-3 3 9-10 ottobre 2021)
  • Dove: nel centro storico di Comacchio (FE)

Simbolo indiscusso della nota città sull’acqua delle valli ferraresi, poteva forse l’anguilla non essere protagonista di una sagra autunnale locale?

Assolutamente no, e infatti nei weekend di ottobre, in quel di Comacchio, si svolge la celebre Sagra dell’Anguilla.

Un denso programma di spettacoli, mercatini artigianali, escursioni ed eventi accoglie visitatori e visitatrici ai piedi dei Tre Ponti, e gli/le amanti dell’anguilla troveranno pane per i loro denti in ogni angolo del centro storico.

sagre d'autunno in emilia-romagna: sagra dell'anguilla a comacchio
Vi toglierete la voglia di anguilla e di pesce di mare e valle, a furia di assaggi!

MODENA: LA BONISSIMA

  • Quando: da venerdì 15 a domenica 17 ottobre 2021
  • Dove: in Piazza Grande, nel centro di Modena

Appuntamento imperdibile per tutti i buongustai e le buongustaie della regione, La Bonissima è ormai diventata un’istituzione per la città di Modena.

La bella Piazza Grande diventa un coloratissimo e profumato mercato in cui tanti produttori locali espongono le loro leccornie, spesso introvabili in normali negozi. Le parole d’ordine de La Bonissima sono gusto e prodotti tipici modenesi, il tutto intrecciato ad un’antica e curiosa leggenda locale: si narra infatti che, durante un periodo di grande carestia, una ricca nobildonna si preoccupò di sfamare il popolo, chiedendo l’aiuto degli altri nobili cittadini.

Assaggiate assolutissimamente il gnocco fritto, i borlenghi e le tigelle, i ciacci di castagne; poi, tornate qui e fatemi sapere nei commenti che ne pensate.

CASOLA VALSENIO (RA): FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI

  • Quando: nei due weekend centrali del mese di ottobre (9 – 10 – 16 – 17 ottobre 2021)
  • Dove: per le vie di Casola Valsenio

Presidio più meridionale del Parco regionale della Vena del Gesso romagnola, Casola Valsenio è un placido borgo circondato da dolci colline ospitanti ordinati filari di viti.

Noto, soprattutto, per la Rocca di Monte Battaglia, il Cardello e l’Abbazia di Valsenio, e il Giardino delle Erbe, nel mese di ottobre il paese ospita una sagra non troppo famosa ma davvero interessante: la Festa dei Frutti Dimenticati!

Le vie del borgo si riempiono di un colorato mercato ricco di prodotti locali autunnali e di tutti quegli antichi frutti che molti oggi quasi non conoscono più, come il corniolo, il corbezzolo, il sorbo degli uccellatori, la giuggiola…

sagre d'autunno in emilia-romagna: sagra dei frutti dimenticati a casola valsenio

Una manifestazione che ci riporta indietro alla vita contadina di un tempo, facendoci riscoprire le antiche tradizioni rurali fra mostre, laboratori, passeggiate, degustazioni.


Valentina, l’autrice di Kilig Travel Blog

Scrivo, fotografo, mangio e racconto storie sul mondo e sulle cose belle. Amo l’autunno, i libri, i piccoli borghi, i tramonti sul mare, la mia gatta Trippy, i tortellini in brodo (sono bolognese, come potrebbe essere altrimenti?), la montagna, il caffè.


5 commenti

Eliana · 17 Ottobre 2021 alle 21:16

Adoro le castagne, infatti uno dei miei mesi preferiti dell’anno è proprio Ottobre perché mi permette finalmente di sfogare “un appetito” che mi cova dentro tutto l’anno. Ti ringrazio dunque per avermi fatto scoprire tante e tali occasioni per poter vivere questa mia passione e “sfamare questo mio appetito”!

Paola · 17 Ottobre 2021 alle 16:12

Che bello che ricomincino questi eventi!
Qui, in Liguria, tanti eventi relativi a feste dei borghi sono stati ancora cancellati! Speriamo di tornare presto alla normalità!

Mimì · 16 Ottobre 2021 alle 17:58

Mamma mia quanto eventi e quante cose da fare in autunno in Emilia Romagna! E poi le sagre, sono cultura e tradizioni! Le adoro davvero tanti, come adoro la tua foto della casa di Sant’Agata Feltria! Un rosso autunno che ispira …

Amo i colori autunnali!

ERMINIA SANNINO · 16 Ottobre 2021 alle 11:08

A me piacciono tanto le sagre. Sarà perché da piccola ci andavo sempre con i miei genitori. Di questi tempoi poi, le migliori sono quelle delle castagne, ovvio. Nel mio quartiere questo fine settimana ce n’è proprio una. Domani andrò a sbirciare tra le bancarelle di formaggio!!!

Lisa Trevaligie Travelblog · 15 Ottobre 2021 alle 13:32

Avevo già letto di nonna Lucia e delle sue Barbie, forse proprio sul tuo blog?? Tra le varie proposte mi incuriososce la festa dei frutti dimenticati. Da inguaribile nostalgica cerco sempre qualcosa che riesca ad emozionarmi, e credo che questa sagra faccia al caso mio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: