fbpx

Se l’autunno in Val Badia coincide con la chiusura di rifugi e impianti (e spesso con l’impossibilità di compiere trekking e ascese verso le più alte vette dolomitiche), è anche vero che questa stagione sfodera qui alcuni fantasmagorici assi nella manica: i boschi si tingono di mille milioni di incantevoli sfumature, fioriscono fiori mozzafiato, si respira un senso di pace come mai si può respirare in altre stagioni, non si incontrano folle sui sentieri… .

escursioni autunnali in val badia: caprioli sui prati autunnali
Avrei ancora altri cento motivi per invogliarvi a visitare la Val Badia in autunno, ma non vorrei cagionarvi tedio (siamo pur sempre al principio dell’articolo)

Insomma, se si ha la fortuna di poter soggiornare o transitare per questa valle ladina in autunno, c’è veramente tanta bellezza, magia e sensazioni nuove da sperimentare, adatte a chi ama esplorare a passo lento il territorio e innamorarsi delle piccole cose.

ESCURSIONI AUTUNNALI IN VAL BADIA: 5 IDEE PER FACILI TREKKING E SUGGESTIVE PASSEGGIATE

Ed ecco dunque che, per codesta occasione, lascio nell’armadio il kit da ferrata e le proposte di trekking e scalate più toste (per i motivi di cui sopra), e mi predispongo a snocciolare, invece, alcune idee (cinque, per l’esattezza) perfette per questa bella stagione: 5 percorsi per facili trekking, passeggiate ed escursioni autunnali in Val Badia.

Apriamo le danze!

Un momento! Siete già in possesso dell’app WeWard, che vi consente di guadagnare soldini camminando, vero? Se ancora non l’avete fatto, scaricatela prima di intraprendere le seguenti escursioni autunnali in Val Badia. Qui troverete maggiori informazioni in merito, e potrete subito ricevere 1.00 euro come regalino!

TRU DI LERSC – IL SENTIERO DEI LARICI

Ubicato ai bordi occidentali del Parco naturale Fanes- Senes-Braies, il Sentiero dei Larici (Tru di Lersc in lingua ladina) è una vera chicca autunnale (e non) dell’Alta Badia.

escursioni autunnali in val badia: cavalli lungo il sentiero dei larici
Chi trova il cavallo al primo colpo vince un lersc

Si tratta di un percorso di circa 5 chilometri (volendo allungabile fino a raggiungere il Santuario di Santa Croce, o accorciabile al semplice chilometro e mezzo del sentiero didattico dei larici propriamente detto), che collega il pittoresco paese di San Cassiano alla frazione di Rudiferia, transitando fra paesaggi incantati, prati alpini e, come vuole il suo stesso nome, maestosi boschi di larici.

Vi consiglio di partire proprio dal centro di San Cassiano, imboccando la strada Soplà e salendo in direzione del piccolissimo borgo di Rü. È qui che ha ufficialmente inizio il Tru di Lersc, provvisto di pannelli didattici, giochi in legno per bambini (e adulti) e la piccola volpe Vulpis a fare da mascotte per l’intero tragitto.

mucca sui prati autunnali lungo il sentiero dei larici in val badia
Non ho foto di Vulpis ma, per recuperare, vi propongo quest’altra bella mascotte bovina

Camminando fra incantevoli e coloratissimi boschi, potrete gustarvi panorami e prospettive indimenticabili sulle Dolomiti della zona (La Varella, Piz de Conturines, Sassongher, Setsass, Sas dla Crusc), osservare un antico mulino ad acqua ancora funzionante e godervi il silenzio e la pace che solo angoli montani come questo possono trasmettere.

escursioni autunnali in Val Badia: antico mulino ad acqua sul sentiero dei larici
Ecco il mulino…
La Varella e Piz de Conturines innevati e con nuvole
…ed ecco una privilegiata veduta sul La Varella!

TRU DI LEC – GIRO DEI LAGHI

Fra le escursioni autunnali in Val Badia, il Tru di Lec occupa, almeno nella mia personale classifica, una posizione privilegiata.

cigni innamorati in un romantico lago in val badia
Anche questi due cigni ladini concordano

Ancora non molto conosciuto e frequentato, suddetto sentiero dei laghi conduce dal paese di Badia (o da Pedraces, o volendo anche dal centro di La Villa) ai prati che foderano la base della Gardenaccia, offrendo in alcuni suoi tratti suggestive vedute sul Sas dla Crusc e sul paese di San Leonardo in Badia.

escursioni autunnali in val badia: veduta sul sasso della croce e su san linert in badia
Il Sasso di Santa Croce, la mia montagna preferita (insieme alla Marmolada)

Preparatevi a un’immersione tra freschi boschi montani dipinti da ogni possibile sfumatura di colore, che vi condurrà alla scoperta di due interessanti specchi d’acqua, segreti ai più: il Lech da Sompunt (lago Sompunt, a 1.450 metri) e il Lech dla Lunch (lago Lunch, a 1.537 metri).

lungo in sentiero dei laghi in val badia in autunno
Suggestivo scorcio autunnale sul Lech dla Lunch

Seguendo i vari segnavia in legno presenti, potrete compiere un bel tour ad anello, transitando anche per il Parco Sompunt, che vi narro nel prossimo paragrafo.

PARCH DI CERF SOMPUNT (PARCO DEI CERVI SOMPUNT)

Forse, non tutti sanno che tra i paesi di La Villa e Badia esiste un’area di lussureggianti prati e boschi che, all’interno dei suoi abbondanti 7 ettari di superficie, ospita oltre 30 esemplari di cervi e daini.

cervi al parco sompunt in val badia
Eccone alcuni

Si tratta del bel Parch di Cerf Sompunt (o Parco Sompunt), un progetto che ha preso vita nel 1999 dal contadino e allevatore Klaus Castlunger, e che oggi è diventato un potente simbolo di salvaguardia di questi meravigliosi animali, sempre più esposti a cambiamenti e minacce.

I cervi presenti nel parco sono infatti i primi ad essere certificati BIOLAND, non solo in Alto Adige, ma anche in tutt’Italia. Se già è emozionante vederli dalla strada (quando non si rifugiano più in alto fra i boschi), incontrarli e fotografarli lungo il comodo percorso tematico di 1 km che circonda il parco è pura magia.

escursioni autunnali in val badia: il parco dei cervi sompunt
Si può percorrere tutto l’anno, partendo dalla bella Ütia Paraciora (presso la quale vi consiglio un pit-stop per un caffè) e seguendo il sentiero indicato da frecce e munito di vari cartelli informativi dedicati al parco e ai suoi maestosi abitanti

CASCATE DEL PISCIADÙ

Fra le tante escursioni autunnali in Val Badia, non potevo non citare loro, le pittoresche cascate del Pisciadù.

Ok, il nome è un po’ particolare, ma queste cateratte sono un vera chicca e giungono ai bei prati di Colfosco dalle alture del Sella e della Cima Pisciadù.

escursioni autunnali in val badia: verso le cascate del pisciadù
Cartolina per voi dai prati di Colfosco

Potete raggiungerle con un semplice percorso ad anello partendo dai pressi dell’hotel Luianta, accanto al quale troverete un parcheggio. Imboccate dunque il sentiero CAI 650, e in una mezz’oretta, transitando proprio per queste splendidi tappeti erbosi alla base del massiccio del Sella, raggiungerete la base delle cascate.

le cascate del pisciadù a colfosco, in val badia
Eccole qui

L’ultimo trattino per arrivare proprio al loro cospetto è un po’ ripido e scosceso, ma è davvero emozionante arrivare così vicino alle cascate. Se il clima ve lo consente, potete anche rilassarvi nell’antistante area attrezzata, rientrando alla base mediante i sentieri CAI 28 e 651.

VAL DI MORINS (VALLE DEI MULINI) A LONGIARÜ

Altro strepitoso itinerario, non molto famoso e perfetto anche per la stagione autunnale in Val Badia, è il Sentiero dei Mulini nell’omonima Val di Morins (Valle dei Mulini).

escursioni autunnali in val badia: insolita veduta sul Sas de Putia
Si è alle falde del magico Sas de Putia

Per percorrere questa facile ma altamente suggestiva escursione, dovrete recarvi a Longiarù, piccolo paese badiota immerso in un tranquillo contesto che ha del bucolico. Come punto di partenza vi consiglio il parcheggio presso l’area camper ubicata dopo il paese, raggiungibile tramite una deviazione sulla destra della strada principale.

Qui troverete le indicazioni per il Sentiero dei Mulini, un percorso di circa 3 chilometri totali che segue il torrente Seres lungo i cui salti si collocano ben 9 tradizionali mulini ad acqua. Il primo di essi lo raggiungerete in brevissimo tempo dalla partenza, e durante il tour potrete osservare alcuni di queste meraviglie ancora funzionanti, grazie unicamente alla forza dell’acqua.

il sentiero dei mulini a longiarù
Oltre ai bei mulini, potrete ammirare alcuni gruppi di antiche viles, e chiudere l’anello transitando dall’incontaminato paesino di Seres

Ovviamente queste sono solo 5 idee per passeggiate ed escursioni autunnali in Val Badia: ci sono tantissime altre proposte, altrettanto belle e suggestive. Vi lascio qui sotto qualche ispirazione aggiuntiva, adatte anche ad altri momenti dell’anno (controllate sempre prima le condizioni meteo, eh! E, dove ci sono baite e rifugi, anche i loro orari e periodi di chiusura):

DOVE ALLOGGIARE IN VAL BADIA

Beh, amiche e amici, ogni singolo angolo della Val Badia è ottimo come base per esplorare al meglio quest’incantevole territorio. Il mio paese preferito è Badia, nello specifico San Leonardo in Badia: qui vi consiglio caldamente l’hotel Cavallino, il mio storico alloggio in cui vado ogni anno da un decennio.

Altrimenti, potete spulciare liberamente questa lista di proposte, selezionando le date in cui vorreste soggiornare e modificando i vari filtri a disposizione per trovare l’offerta perfetta per voi.


Valentina, l’autrice di Kilig Travel Blog

Scrivo, fotografo, mangio e racconto storie sul mondo e sulle cose belle. Amo l’autunno, i libri, i piccoli borghi, i tramonti sul mare, la mia gatta Trippy, i tortellini in brodo (sono bolognese, come potrebbe essere altrimenti?), la montagna, il caffè.


0 commenti

Scrivi un commento