fbpx

Forse forse, una crociera sul Danubio a Budapest non è propriamente la prima attività che viene in mente di fare durante un soggiorno nella capitale ungherese.

Questa Meravigliosa (e lo scrivo proprio così, con la M maiuscola) città offre davvero una moltitudine di esperienze capaci di far capitolare in modo permanente e definitivo cuori, menti e anime di ogni viaggiatore e viaggiatrice.

In mezzo a questo oceanico elenco, ritengo che la crociera sul Danubio sia proprio una delle cose più suggestive e magiche da sperimentare qui, e nel presente articolo vi racconterò per bene le motivazioni alla base di suddetta affermazione.

Crociera sul Danubio a Budapest: il ponte delle catene illuminato
Partiamo però dal principio: chi è e perché è così importante questo fiume Danubio?

BUDAPEST E IL SUO DANUBIO

Insieme a Belgrado, Bratislava e Vienna, la bellissima Budapest costituisce una delle quattro capitali europee bagnate dalle misteriose e affascinanti acque del Danubio.

Questo imperioso corso d’acqua che attraversa l’Europa centro-meridionale è lungo ben 2.860 km, e se si colloca al secondo posto nel podio di fiume più lungo del continente (il primo è il Volga), vince facile nella categoria di fiume navigabile più lungo dell’Unione Europea.

castello di Devín bratislava: vista della torre sul Danubio
Un tratto di Danubio in Slovacchia, nei pressi del Castello di Devìn

Insomma, il Danubio merita un certo rispetto, e gioca un ruolo cardine nell’assetto delle città sopra menzionate. Nel caso specifico di Budapest, esso è proprio un elemento urbano fondamentale, intorno al quale si disegna tutta la geografia cittadina.

Pensate che in passato, lungo le sue rive, sorgevano ben tre città distinte: BudaPest e Óbuda. È “solo” dal 1873, sotto il dominio dell’Impero Austroungarico, che queste città si sono unite in un unico, grande centro abitato.

Crociera sul Danubio a Budapest: veduta sul fiume e sul Parlamento
Che, udite udite, è… Budapest!

Oggi, Mister Danubio attraversa il cuore della capitale ungherese separando le sue due zone cardine: Buda, la parte più antica della città ubicata sulle colline, e Pest, il settore più commerciale e industriale. Sulle sue rive, da entrambi i lati, sorgono tantissimi luoghi e monumenti di notevole interesse, e le sue acque sono attraversate da ben nove ponti.

Con questa piccola e assolutamente non esaustiva infarinatura, già si può intuire quante storie codesto fiume ci può raccontare.

E un ottimo modo per scoprirle è solcare le sue acque partecipando a un tour in battello.

CROCIERA SUL DANUBIO A BUDAPEST: UN’ESPERIENZA IMPERDIBILE NELLA CAPITALE UNGHERESE

Concedersi una crociera sul Danubio a Budapest non significa semplicemente vivere una magica esperienza, ma consente anche di ammirare la città da un punto di vista inedito e privilegiato: quello del letto del fiume, e delle sue acque!

Innumerevoli sono le proposte a vostra disposizione: si va dalla semplice gita in barca di un’oretta al tour con anche cena musicale a bordo, dalla crociera con aperitivo al viaggio serale per osservare un’intrigante Budapest notturna.

Diciamo che ogni opzione è ottima, e la scelta dipende soprattutto dalle preferenze personali e dal tempo a disposizione. I momenti migliori della giornata per intraprendere il tour in battello sul Danubio sono, a mio avviso, due: l’orario del tramonto e la sera (quando fuori è già buio).

Per quanto riguarda la stagione più adatta, non mi farei troppi problemi: va bene qualunque momento dell’anno, anche l’inverno più rigido, dato che quasi tutti i battelli sono provvisti di ampia sala interna munita di vetrate.

Crociera sul Danubio a Budapest: veduta sulle terme gellert
Anche se l’emozione di stare sul ponte e osservare all’aria aperta la meraviglia tutt’intorno al fiume è un qualcosa per cui vale la pena avere freddo (copritevi bene però, mi raccomando!)

COSA SI AMMIRA DURANTE IL TOUR IN BATTELLO SUL DANUBIO: LE SPONDE DI BUDA E PEST

È giunto finalmente il momento di spiegarvi nel dettaglio perché non dovete assolutamente lasciarvi scappare la crociera sul Danubio when in Budapest, e perché dovreste farla al tramonto o di sera.

I motivi sono semplici, ma assai interessanti: vi ho già detto che questa gita in battello offre un panorama sulla città inedito e meraviglioso. Non vi ho ancora svelato, tuttavia, da che cosa è caratterizzato siffatto panorama. Ebbene, vedrete sfilare davanti ai vostri attoniti occhi alcuni tra i più sensazionali monumenti della capitale ungherese!

Nello specifico, sulla sponda della collinare Buda vi attendono:

il Castello di Buda – un’imponente costruzione di oltre 300 metri di lunghezza, patrimonio dell’UNESCO e custode della Galleria Nazionaledella Biblioteca Nazionale e del Museo di Storia;

il castello di Budapest visto dal tour in battello sul Danubio

il Bastione dei Pescatori – inconfondibile nel suo peculiare intreccio di guglie, archi e chiostri, esso è un luogo chiave della città, già magico di suo ma ancora di più se osservato dal Danubio;

la Chiesa di Mattia – vicinissima al Bastione dei Pescatori, questa chiesa non deve il nome all’omonimo santo, bensì al Re Mattia Corvino (che regnò in Ungheria dal 1458 al 1490).

crociera sul danubio a Budapest: il bastione dei pescatori e la chiesa di mattia

la Statua della Libertà – ubicata ai 240 metri di quota della collina Gellert, questo monumento celebra, dal 1947, la liberazione dell’Ungheria dall’occupazione nazista.

la statua della libertà posta sulla collina gellert a budapest

Volgendo lo sguardo all’altra riva, quella di Pest, potrete invece ammirare:

il complesso del Parlamento di Budapest – la sua enorme struttura (stiamo parlando di 268 metri di lunghezza per 96 di altezza), e la sua superba architettura neogotica e neobarocca ne fanno uno dei luoghi più iconici di Budapest. Sede dell’Assemblea Nazionale Ungherese, accoglie i 200 membri del Parlamento ungherese, e nella sua cupola custodisce la Sacra Corona di Stefano, primo Re d’Ungheria;

Crociera sul Danubio a Budapest: veduta superlativa sul Parlamento illuminato

le Scarpe sulla riva del Danubio – un toccante monumento e memoriale dell’Olocausto, realizzato dal regista Can Togay. Raffigura scarpe di ogni tipo poste proprio a pochi centimetri dal fiume, in ricordo dei tanti cittadini che furono gettati nelle freddissime acque durante la Seconda Guerra Mondiale.

crociera sul danubio a budapest: il monumento delle scarpe
I responsabili di tale orrore (le truppe naziste) costringevano le vittime a togliersi le scarpe prima di buttarsi nel Danubio, per poterle riutilizzare

COSA SI AMMIRA DURANTE IL TOUR IN BATTELLO SUL DANUBIO: I MERAVIGLIOSI PONTI DI BUDAPEST

Oltre a rimanere a bocca aperta osservando le spettacolari vedute sulle sponde del fiume, durante la crociera sul Danubio a Budapest potrete anche sperimentare un’altra intensa emozione: transitare sotto i ponti cittadini!

Si tratta di vere e proprie attrattive per ogni viaggiatore e viaggiatrice in visita a Budapest, ognuno di essi contraddistinto da caratteristiche, dettagli, storie e architetture uniche nel loro genere.

Purtroppo, quasi tutti questi capolavori furono colpiti dai bombardamenti nazisti durante la seconda guerra mondiale, ma fortunatamente sono stati ricostruiti mantenendo più o meno la loro struttura originaria.

Vediamo ora, brevemente, quali sono questi ponti, andando in direzione nord-sud:

Ponte Megyeri – situato a nord di Budapest, possiede una struttura sospesa in cemento armato e acciaio. Collega Újpest (la IV circoscrizione cittadina) sulla riva sinistra, con la cittadina di Budakalász, sulla sponda destra.

Ponte Árpád – lungo quasi 2 km, è uno dei due ponti che collega la città con l’isola Margherita (la parte a nord), posta al centro del Danubio;

Ponte Margherita – il secondo ponte che collega il cuore di Budapest all’isola Margherita. La sua particolarità è la curiosa forma ad accento circonflesso che, insieme allo stile barocco francese, ne fanno uno dei ponti più eleganti della città.

Ponte delle Catene – è il più antico e famoso ponte di Budapest, dal quale si ammira una vista superba sul Parlamento, sull’Isola Margherita, sul Palazzo Reale e su Buda. Lungo 380 metri e largo 16, il suo nome deriva dalle massicce catene in ferro battuto che lo sostengono ai due lati, collegate a due torri in stile neoclassico.

Crociera sul Danubio a Budapest: il ponte delle catene e il castello illuminati di sera
È uno dei simboli indiscussi di Budapest, estremamente suggestivo di sera

Ponte Elisabetta – lungo come il Ponte delle Catene (380 metri), vince il trofeo di ponte più alto di Budapest. Deve il nome alla regina Elisabetta, meglio nota come principessa Sissi, ed è inoltre l’unico ponte a non essere stato ricostruito uguale a come era prima dei bombardamenti.

il ponte Elisabetta sul danubio a Budapest
Si presenta infatti come una moderna struttura di colore bianco, proprio ai piedi della collina Gellèrt

Ponte della Libertà – estremamente caratteristico di notte per la sua ricca illuminazione, è ritenuto uno dei ponti più belli del mondo. I suoi 333 metri di lunghezza per 20 di larghezza sono un capolavoro in stile Art Nouveau: presenta una struttura in ferro di colore verde con tre campate, e ai due ingressi troviamo due portali con torri sormontate dai mitologici uccelli Turul e dallo stemma reale ungherese con la Santa corona.

Crociera sul Danubio a Budapest: passando sotto il ponte della libertà

Ponte Petõfi – lungo 514 metri, è uno dei ponti più trafficati della città. Collega la zona di Pest con il Grande Corso.

Ponte Rákóczi – precedentemente chiamato Lágymányosi, è stato edificato tra il 1992 e il 1995 per rendere più scorrevole il traffico sul ponte Petõfi. Si colloca piuttosto in periferia, e seppur molto semplice nella sua struttura, ha un fascino futuristico.

Ponte Ferenc Deák – attraversa il Danubio all’estremità meridionale di Budapest, presso l’isola di Csepel.

Transitare di sera sotto questi meravigliosi ponti illuminati è davvero un’emozione potente, che non dimenticherete mai più.


COME PRENOTARE UNA CROCIERA SUL DANUBIO A BUDAPEST: INFORMAZIONI E CONSIGLI PRATICI

La prima cosa da fare è decidere il giorno e l’orario in cui solcare le acque del Danubio a bordo di un battello.

Io continuo a consigliarvi il post-tramonto, ma nulla vi vieta di fare il tour al mattino, all’ora di pranzo, al pomeriggio. Essendo una delle attività più richieste e apprezzate, avrete a disposizione i più svariati momenti della giornata.

È molto importante prenotare per tempo la vostra esperienza in barca, affidandovi preferibilmente a uno dei tanti portali turistici sul web. A condizionare la vostra scelta entreranno in scena anche i vari servizi offerti a bordo: potreste, infatti, avere necessità di un’audioguida, per ascoltare la storia di luoghi, ponti e monumenti che osserverete dall’imbarcazione, della connessione wi-fi (ormai onnipresente su tutte le compagnie di navigazione), oppure potreste desiderare di veleggiare sul Danubio sorseggiando un drink e/o gustando qualche prelibatezza, magari anche con un sottofondo di musica dal vivo ad allietarvi.

Nel dubbio, vi lascio qui alcune proposte:

Giro in battello sul Danubio – un tour di un’ora e dieci che vi da la possibilità di scendere all’Isola Margherita e di rientrare con il battello successivo (45 minuti dopo). C’è tutti i giorni dalle 10 alle 17.45 circa, comprende anche l’audioguida in italiano, il wi-fi e una bevanda a scelta fra champagne, vino, birra, bibita o acqua.

Giro in battello al tramonto – uguale tour in battello sopra descritto, con la differenza che avviene nella romantica e suggestiva cornice del tramonto. Wow!

Giro in battello con cena e musica – disponibile soprattutto nei weekend, consente di veleggiare sul Danubio, gustandosi una cena tipica ungherese nell’ampio salone del battello. Il tutto accompagnato dal  concerto di un’orchestra folcloristica.

Minicrociera con pranzo – un tour di 90 minuti in cui potrete gustarvi un pranzetto tipico dal balcone panoramico della barca.


Valentina, l’autrice di Kilig Travel Blog

Scrivo, fotografo, mangio e racconto storie sul mondo e sulle cose belle. Amo l’autunno, i libri, i piccoli borghi, i tramonti sul mare, la mia gatta Trippy, i tortellini in brodo (sono bolognese, come potrebbe essere altrimenti?), la montagna, il caffè.


0 commenti

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: