Una natura meravigliosa nel bosco delle favole

ricetta della felicità ottobrina per gli amici dell’emilia-romagna
  • 1 domenica di sole autunnale (anche un sabato, o un giorno libero a vostra scelta)
  • 1 gruppo di amici (la quantità la potete decidere voi, vanno bene anche fidanzati/e o parenti)
  • 1 zaino
  • 1 paio di scarponcini
  • macchina fotografica
  • 1 porzione di foreste casentinesi
  • un pizzico di spirito avventuriero
  • tanta allegria
  • tanta voglia di stare all’aria aperta
  • tanta voglia di mangiare (soprattutto tartufo e funghi)
preparazione

È una ricetta molto semplice e genuina da elaborare in realtà, ma dai potentissimi risultati in termine di benessere e salute psico-fisica. Basta far coincidere la domenica di sole con il gruppetto di amici, munire questi ultimi di tutti gli accessori citati nel precedente elenco e riversarli in un piccolo paradiso appenninico situato nel polmone verde di quella meravigliosa terra che è la Romagna. A due passi dal confine con la Toscana.

Si tratta di un bellissimo itinerario che conduce alla cascata dell’Acquacheta, nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, un monumento paesaggistico citato addirittura dal sommo poeta Dante Alighieri nel XVI Canto dell’Inferno. Vi si può arrivare sia dal versante romagnolo che da quello toscano, ma il percorso più semplice e adatto a tutti è quello che parte dal paesino di San Benedetto in Alpe, in provincia di Forlì-Cesena, il quale permette di passare proprio dal sentiero della foto, immergendovi in un bosco magico.

Vi ritroverete in un mondo fatato, che la calda luce autunnale e i meravigliosi colori rossi e dorati renderanno ancora più bello.. Un luogo davvero a portata di mano ma che vi lascerà senza parole per la sua mistica bellezza e vi regalerà scenari difficilmente dimenticabili.

Ma ora basta, questa è la foto della settimana e vuole solo essere un’ispirazione, e farvi viaggiare un pochino con gli occhi.. In un prossimo articolo vi svelerò ulteriori dettagli! 😉

Ps. Non posso però non dirvi che al ristorante Acquacheta di San Benedetto in Alpe fanno dei cappellacci tartufati e delle tagliatelle fatte a mano che il sommo Dante avrebbe dovuto citare nel Paradiso! ♥


8 commenti

Margherita · 23 marzo 2018 alle 19:54

Da romagnola non posso che dichiararmi d’accordissimo con questa ricetta <3 Anche se devo ammettere che le foreste casentinesi ancora mi mancano! :O

claireinsicily · 4 marzo 2018 alle 15:11

Adoro gli itinerari naturalistici, camminare nei boschi e avvolgermi nella bellezza della natura

Giulia M. · 26 gennaio 2018 alle 17:09

Sembra davvero un luogo rilassante, se dovessi fare una gita da quelle parti ne terrò conto (il fatto che ne parli anche Dante per me è decisamente un incoraggiamento)!

Stefania CON LA VALIGIA ARANCIONE · 26 gennaio 2018 alle 16:55

La felicità si trova nelle cose semplici: la natura, gli amici, il buon cibo!

Gloria · 15 gennaio 2018 alle 9:06

Bellissimo!! Spero in primavera di farlo o come consigli tu..in autunno!

    Valentina · 15 gennaio 2018 alle 22:58

    Grazie Gloria!! In autunno è molto affascinante, ma anche in primavera dev’essere molto suggestivo!

drunkintravel · 3 dicembre 2017 alle 15:31

Sono così pochi ormai i post sull’Italia. E questo mi ha quasi quasi fatto viaggiare lì, in mezzo alla natura, con tutti i profumi e colori che caratterizzano la nostra terra. Dante dovrebbe essere orgoglioso di essere stato citato in questo articolo bellissimo.

    Valentina · 12 dicembre 2017 alle 19:36

    Sono onorata io di ricevere un commento come il tuo! Grazie mille davvero, sono felicissima che ti sia piaciuto l’articolo <3 Hai ragione, non dovremmo mai dimenticarci dei bellissimi posticini segreti del nostro paese! Ti mando un abbraccio!

Lascia un commento